16/12/2018

News dal CIPE

Tutte le news in: News dal CIPE

Chi è Online

 12 visitatori online
CSZ di Le Landeron, Neuchâtel e Val-de-Ruz PDF Stampa E-mail

Il CSZ (Comitato Scolastico di Zona) di Le Landeron, Neuchâtel e Val-de-Ruz, è stata costituito nel 2006 da un gruppo di genitori motivati, in  un primo tempo, ad organizzare il viaggio culturale destinato agli alunni  che terminano il loro ciclo scolastico obbligatorio, operando sul territorio scolastico dei distretti di Le Landeron, Neuchâtel e Val-de-Ruz, nel Cantone di Neuchâtel.

Il Comitato ha per scopo di aiutare i genitori a conoscere e capire meglio la scuola frequentata dai propri figli, e a contribuire alla vita scolastica con proposte ed iniziative.

Il CSZ promuove la collaborazione dei genitori con le altre componenti della scuola, ed in particolare:

  • Promuove l'insegnamento della Lingua e Cultura Italiana nei distretti di Le Landeron, Neuchâtel e Val-de-Ruz, presso alunni di origine italiana e straniera delle scuole di livello primario e secondario.
  • Favorisce lo scambio d'informazioni tra i genitori, la comunicazione e le relazioni con gli altri organi collegiali (docenti, C.I.P.E.) e con la direzione didattica italiana e svizzera.
  • Promuove la partecipazione dei genitori alla vita della scuola formulando proposte ai docenti, al C.I.P.E ed al dirigente scolastico, in merito a : finalità educative ed organizzazione scolastica, educazione alla salute, educazione ambientale, educazione interculturale; iniziative extra-scolastiche; iniziative di formazione per i genitori; ogni altra iniziativa che contribuisca a rendere la scuola centro di sviluppo sociale e culturale del territorio
  • Analizza i problemi legati alla vita scolastica in generale (pre-scuola e post-scuola, manifestazioni varie, ecc.).
  • Mette a disposizione della scuola tempo, energie ed idee dei genitori
  • Rappresenta i genitori degli alunni, indipendentemente dagli altri organi collegiali, in merito a particolari problemi e circostanze.
  • Ricerca e mantiene rapporti con i Comitati Genitori di altre scuole e gli Enti locali.
  • Reperisce i fondi per finanziare specifiche attività proposte dal Comitato stesso.